Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

If I stay

Il GiffoniFilmFestival è una grande cosa.

Oramai è una sorta di economia a regime tutto l’anno, non solo nei giorni della kermesse vera e propria (quest’anno a luglio, dal 17 al 26). Negli anni si è espansa e continuerà a farlo.

L’idea nasce nel 1971. Nel 1982 ebbe l’incoronazione di François Truffaut a festival del cinema più necessario di tutti. Attualmente, è una rassegna internazionale che coinvolge ragazzi di quarantadue Paesi.

Durante infanzia ed adolescenza, il Giffoni FF era per me una meta irraggiungibile. Non c’era quello stretto collegamento con le scuole che esiste ora e potervi accedere ha rappresentato — almeno per me — un desiderio mai realizzato.

Fino a lunedì scorso.

Finalmente, sono arrivata al GFF, ma in qualità di ospite, per parlare ai ragazzi delle scuole medie (erano presenti sette classi di scuola media inferiore, provenienti da altrettanti istituti della Campania) di amore&dintorni nel terzo millennio.

Il titolo della giornata era appunto “Amore 3.0”. Ero stata contattata qualche tempo (il mio ringraziamento a Lea Mancino) fa perché, per pura casualità, il titolo del mio saggio coincideva con il titolo della giornata che avevano immaginato gli organizzatori. Insomma, capitavo a fagiolo.

In una sorta di recupero astrale, arrivavo finalmente a Giffoni, dove ho trovato – ed è stata una sorpresa – una classe terza della Scuola Media Statale (allora si chiamavano così) in cui ho studiato anche io, la “Dante Alighieri”, che ora si chiama “Perna–Alighieri” ed è un Istituto Comprensivo. La coincidenza, la congiuntura astrale ha voluto che pure la sezione coincidesse. Infatti, la mia era la D, esattamente come la sezione che ieri ha partecipato ed ha anche vinto la gara tra scuole.

Beh, un motivo di orgoglio in più.

A latere della bellissima giornata (sì, sì, è iniziata un po’ in ritardo per via di una scolaresca che non arrivava) e dell’opportunità che mi è stata concessa di arrivare (in ritardo, io, di anni) a Giffoni, oggi vorrei parlare di quanto il cinema possa fare per la formazione degli adolescenti.

Il film della mattinata “Resta anche domani”, non è definitivamente un gran film, tuttavia – seppur con un ritmo ed una trama da TVmovie – è riuscito a smuovere i ragazzi: alla fine c’era più di qualcuno che piangeva.

(Noi li crediamo piuttosto cinici, questi nostri millennials, o meglio questa Generazione Zeta, di nati a cominciare dalla metà degli Anni ’90, invece.)

Il cinema è l’unica arte che compete a testa alta con i social media/network, nella cosmogonia dei ragazzi.
Il veicolo audiovisivo rappresentato dal cinema – tra l’altro ancor meglio confezionato che non le clip su YouTube – riesce a riempire il vuoto di concetti e di riflessioni creato dalla mancanza di letture. Solo il cinema riesce ancora nell’immedesimazione di chi guarda, specialmente se si tratta di pre- e di adolescenti.

Per questo Truffaut intese comunicare che il cinema dei e per i ragazzi è il più importante: è strumento di formazione. Trarre dal cinema tutti i vantaggi possibili al fine di aiutare la strutturazione psico-cognitiva dei ragazzi è attività didatticamente meritevole. L’esperienza del GFF è fondamentale.

Per questo, avendo volontà collettiva, poter ricreare (in chiave minore o, perché no, in tandem) le stesse condizioni pedagogiche del GFF anche ad Avellino (l’ex Eliseo) sarebbe operazione culturale grandiosa. Senza rocamboleschi carpiati intellettualistici di un’avanguardia eccessivamente avanguardista, senza esclusivizzare, senza ricercare purismi e radicalismi, lavoriamo con le scuole di tutta la provincia per fornire più numerosi kit di formazione e crescita, per i nostri ragazzi, grazie al cinema.

Pensiamoci.

(In gallery anche due momenti del dibattito. Foto ufficiali del Giffoni MovieDays, della cui cortesia per la pubblicazione su «Orticalab» siamo grati.)

Scena dal film.
Scena dal film.Scena dal film.

Scena dal film.

Si ringrazia il GFF per avermi  permesso di pubblicare due foto della mattinata.Si ringrazia il GFF per avermi  permesso di pubblicare due foto della mattinata.

Si ringrazia il GFF per avermi permesso di pubblicare due foto della mattinata.

Tag(s) : #cinema, #adolescenza, #GiffoniFilmFestiva

Condividi post

Repost 0